Xenoscape – Il GdR post sci-fi di Tin Hat Games

(Foto: tinhatgames.it)

Xenoscape ? un gioco di ruolo post fantascientifico distribuito dalla casa editrice Tin Hat Games. Il GdR verr? presentato in quickstart al Play 2020 e nel corso di quest’anno inizier? la campagna di finanziamento.

AMBIENTAZIONE – In Xenoscape, i giocatori impersoneranno degli esseri senzienti intenti a sopravvivere giorno per giorno su Materia, un mondo alieno e primitivo, in cui la civilt? e la presenza umana ? ormai un lontano ricordo. Materia ? immersa in un tempo lontano ere dal nostro e la vegetazione selvaggia ha ripreso il dominio di un mondo che era stato pesantemente colonizzato dalla mano parassita dell’uomo. Ormai rimangono solo poche e tristi tracce di quel tempo, nascoste da una natura che ospita creature mastodontiche e aliene: in questo contesto, i personaggi sono guidati dal pi? primordiale istinto di sopravvivenza.

Dimentica il commercio, lo scambio di valuta, le infrastrutture e persino la scrittura.

La civilt? non esiste pi?, cos? come il denaro. L’unica forma di commercio ? il baratto, allora le poche specie senzienti si aiutano fra loro come possono sperando di sopravvivere in gruppi di carovane o creando piccole concentrazioni nomadi, quando non tentano di approfittarsi l?uno dell?altro. La Legge dei Viventi ? l?unica tradizione conosciuta e tramandata, la quale garantisce lo svilupparsi e il rispetto per la Natura e tutte le specie viventi: fra i suoi precetti spicca anche il divieto assoluto di diffusione della scrittura, considerata la vera causa del decadimento della civilt? passata e dietro cui si nasconderebbe un potere alieno, fonte di distruzione per i viventi.

SISTEMA – Il sistema di gioco di Xenoscape ? originale ed ? stato studiato per simulare il funzionamento di un organismo biologico, quindi si basa su un sistema di gestione risorse fondamentali per la sopravvivenza e per compiere imprese notevoli: l?energia, le difese immunitarie e il sistema nervoso dei personaggi, le quali potranno esser recuperati con il riposo e l?alimentazione.

Per giocare vengono utilizzati dei d6 da 6mm che servono da segnapunti sulla scheda a indicare cambiamenti temporanei nei punteggi, mentre la risoluzione di combattimenti e prove viene affidata alla tattica o al caso. I personaggi possono utilizzare le risorse personali per accrescere il livello tattico, ma devono fare i conti con la sensazione di stare finendo le forze, cosa che potrebbe penalizzarli in un mondo primitivo e selvaggio.

Seguiteci sulla pagina Facebook di GdR News per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie relative ai giochi di ruolo!

Fonte: tinhatgames.it

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*