Valraven – Ne parliamo con The World Anvil

(Immagine: theworldanvil.com)
(Tempo di lettura: 5 minuti!)

Valraven: le Cronache del Sangue e del Ferro, gioco di ruolo dark fantasy di The World Anvil e Black Box Games, è uscito alla grande da una campagna Kickstarter che lo ha visto venire finanziato in circa 15 minuti!

Il raggiungimento dell’obiettivo minimo in un tempo così breve ha permesso alla casa editrice di potersi focalizzare su una grande quantità di contenuti aggiuntivi che sono andati a migliorare e integrare il materiale proposto nel crowdfunding, terminato con oltre 25 mila € raccolti.

Visto il successo di questo progetto tutto italiano, come avevamo fatto con l’articolo su Nightfell, abbiamo colto l’occasione per fare due chiacchiere su Valraven con Tommaso De Benetti, creative director di The World Anvil Publishing.

Valraven finanziato, ne parliamo con Tommaso De Benetti di The World Anvil

Ciao Tommaso e complimenti per il successo di Valraven su Kickstarter! Il progetto è stato finanziato in un lampo, permettendo di sbloccare molti stretch goals aggiuntivi. Vi aspettavate una risposta di questo genere dal pubblico?

Ciao e grazie per l’intervista. La campagna di Valraven: Le Cronache del Sangue e del Ferro è frutto di molti mesi di lavoro preliminare in cui abbiamo preparato il terreno per il crowdfunding, quindi in una certa misura avevamo dei dati su cui ragionare per fare delle previsioni. Ovviamente nessuno di noi prevede il futuro e ad un certo punto c’è stato anche un fattore di fiducia nella qualità del gioco e nelle reazioni positive delle persone che hanno interagito con noi in questi mesi.

Una campagna di finanziamento davvero ben curata, preceduta da articoli di approfondimento sul sistema di gioco, video e sessioni live. Per chi si fosse affacciato solo ora, come presenteresti brevemente Valraven?

Valraven è un GdR incentrato sulle vicende di una compagnia mercenaria in un medioevo dark fantasy e low magic, schiacciata fra forze in campo che tentano di annichilirsi a vicenda: l’Impero di Erenwald e la Repubblica di Dormas, a cui si aggiungono quattro forze che “lavorano ai fianchi”: la Sacra Chiesa della Luce che vuole imporre la fede nell’Unico Dio, i misteriosi invasori Darokar, da poco sbarcati da Est per reclamare qualcosa, la Mano sull’Abisso, che tenta di corrompere il continente di Valraven dall’interno, e il lontano Grande Nord, dove vivono gli esseri fatati.

Il gioco prende a piene mani da opere come Berserk, Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco e Dragon Age, e restituisce l’esperienza di un gruppo di soldati di ventura divisi fra gli obblighi del loro ruolo, i sogni che cercano di realizzare (e il loro prezzo), e la dura realtà della guerra. 

Un po’ di curiosità c’è sempre, ci puoi raccontare come è nato Valraven?

Già da tempo come The World Anvil collaboriamo con il team di Black Box Games, ad esempio del 2019 abbiamo rilasciato insieme Evolution Pulse Rinascita. Alberto Tronchi, uno degli autori di Black Box insieme a Daniel Comerci, stava lavorando da un po’ ad un fan-game dedicato a Berserk. Berserk è sempre stato una mia ossessione da teenager (tanto che il mio nick storico è “Gatsu”), e quando è venuto il momento di discutere nuovi progetti mi sono impuntato per trasformare quelle regole/hack/prototipo in un gioco completo. Così è nato Valraven, e poi nei mesi ha sviluppato una vita propria.

I contenuti di Valraven sono in lingua italiana, c’è la possibilità che vi presentiate anche sul mercato internazionale – come ha fatto Two Little Mice con Broken Compass – proponendo un’edizione in inglese?

The World Anvil Publishing è diventata un’azienda a tutti gli effetti solo quest’anno, anche se pubblichiamo giochi dal 2017. Come azienda giovane dobbiamo stare molto attenti a non fare passi più lunghi della gamba, e partire con una campagna bilingue era un rischio che potenzialmente poteva metterci in una situazione davvero complessa da subito. Abbiamo preferito concentrarci sul mercato che conosciamo meglio, quello italiano. Stiamo comunque guardando all’estero per altri prodotti, ma devo dire che durante la campagna molti ci hanno chiesto una traduzione di Valraven, quindi è qualcosa che discuteremo.

Conosco l’esperienza di Two Little Mice ed è sicuramente incoraggiante, ma ci sono molti aspetti da considerare quando si parla di una campagna internazionale, primo fra tutti che avere un pubblico in Italia assolutamente non si traduce in averlo automaticamente all’estero e lanciare una campagna senza un pubblico è un errore quasi sempre fatale. Inoltre il periodo è complesso per la logistica, che nel grande schema delle cose va a pesare moltissimo sul bilancio di un gioco. Per farla breve, è più difficile fare arrivare un gioco all’estero integro mantenendo i costi sostenibili che scriverlo, testarlo, illustrarlo e produrlo.

I backers che hanno supportato Valraven riceveranno il manuale nell’esclusiva Red Edition. Questa edizione deluxe sarà disponibile al di fuori del Kickstarter?

La Red Edition è una tiratura unica deluxe. Questo non significa che sia un’esclusiva totale del Kickstarter, ma che verrà stampata in questa forma una sola volta, all’inizio del prossimo anno. Nei prossimi mesi determineremo quanto larga sarà questa tiratura (ci stiamo orientando sulle 350-400 copie, ma mancano ancora alcuni step fondamentali del conteggio, come i risultati del pledge manager), manderemo i file in stampa e poi quelle saranno le copie disponibili.

Finite quelle, se ci sarà domanda come speriamo, Valraven verrà ristampato in un altro formato, che si presenterà diversamente. Non ho altri dettagli al momento, decideremo quando sarà ora, ma sicuramente non avrà le caratteristiche della Red Edition. 

Parliamo degli stretch goals: tra i tanti upgrade ai manuali, ampliamenti, scenari, nuove tavole e altro ancora, quale contenuto attendevi di più?

Ho insistito per avere il Gold Edge alle pagine della Red Edition, ovvero una finitura dorata su tutti e tre i lati delle pagine del libro. Economicamente è un bagno di sangue su piccole tirature, ma alla fine mi considero un pornografo dei bei libri. La trovo davvero splendida e quando vedo un libro che ce l’ha davvero non riesco a resistere.

Quali saranno i prossimi passi di Valraven verso la pubblicazione, prevista per aprile 2021?

In questi giorni abbiamo creato un tracker per uso interno per tenere sott’occhio i progressi con ognuno dei 29 Stretch Goal sbloccati in campagna. Si tratta di parecchio nuovo materiale da realizzare e diversi team anche esterni da coordinare, quindi dobbiamo avere un metodo che ci permetta di sapere esattamente qual è la situazione. I lavori sono già iniziati su tutti i fronti e inizieremo a condividere i progressi con i backer già nei prossimi giorni.

Oltre a quello l’obiettivo prioritario è avere il PDF del Core Book pronto al più presto, in modo che i backer possano già iniziare a giocare. Abbiamo già una deadline interna ma farò promesse quando le posso mantenere.

Complimenti ancora a The World Anvil e Black Box Games e grazie a Tommaso per la disponibilità. Buon lavoro da parte di GdR News!

Copertina della Red Edition di Valraven
(Immagine: kickstarter.com)

Il logo di GdR News

Segui GdR News!

Seguiteci su tutti i canali social di GdR News per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie relative ai giochi di ruolo!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*