Che successo Italia in Gioco! Ne parliamo con Aurea Nox

Italia in Gioco, evento Epic organizzato da Aurea Nox

Domenica 3 Maggio è andato in scena l’evento Italia in Gioco, una sessione online di D&D che ha mobilitato 150 giocatori – ma altrettanti erano in lista di attesa – nell’avventura multi-tavolo The Iron Titan. Questa iniziativa è partita dall’associazione ludica Aurea Nox, alla quale si sono aggiunte molte altre realtà del panorama ludico nazionale, fino a raggiungere il patrocinio del Comicon – il salone del fumetto e del gioco di Napoli.

A una settimana esatta dalla fine di Italia in Gioco, supportato anche da GdR News, abbiamo pensato di sentire i diretti interessati con una bella intervista. Parliamo di Italia in Gioco con Aurea Nox, più precisamente con il presidente dell’associazione, Daniele Di Stefano, la traduttrice responsabile Kimberly Caziero e uno dei master che ha partecipato all’avventura, Leandro Gozzo.

Italia in Gioco – Aurea Nox

Benvenuti su GdR News, cominciamo proprio da Italia in Gioco! Com’è andato questo evento epico? Ci sono stati problemi, vista la portata di giocatori?

L’evento si è svolto regolarmente, e da ciò che ci hanno detto i giocatori è piaciuto molto! L’unico problema è sorto poco prima dell’inizio, quando due master hanno revocato la loro disponibilità per motivi personali, ma eravamo pronti all’evenienza e sono stati subito sostituiti. Ci siamo radunati su due piattaforme: Roll20, per consentire un’esperienza visiva e interattiva comune, e Discord, per avere una qualità audio migliore rispetto alla prima.

Italia in Gioco, come già scritto, è cominciato proprio da Aurea Nox. Ci presentate l’associazione? Quali sessioni di gioco preferite?

Questo farà ridere molti, ma come ben si sa, l’idea iniziale è sempre il cuore pulsante di un progetto. L’idea di fondare Aurea Nox è nata davanti a thè nero e pasticcini, per poi dare ufficialmente vita a questa bellissima realtà nel febbraio 2020 sul territorio catanese, con l’intenzione di creare una rete di collaborazioni e diffondere il gioco di ruolo in tutte le sue forme, tramite eventi in fumetterie e fiere di tutta Italia, qualora possibile. Ogni master è specializzato in almeno cinque manuali di gioco, in modo da fornire un’ampia scelta ai giocatori che magari si approcciano per la prima volta.

Non abbiamo una particolare sessione preferita, se non quella dove i giocatori si immergono nella storia così tanto da emozionarsi e voler tornare a giocare e divertirsi con noi.

Quello è lo spirito che ci piace! Come è nata l’idea di giocare The Iron Titan e come si è evoluta la partnership di Italia in Gioco con Comicon?

Prima di essere dei master siamo dei giocatori, e cosa può entusiasmarci più di un evento epico? Quando si è presentata l’occasione per creare un’Epic e poter condividere la nostra passione con così tante persone, siamo stati felici di metterci a lavoro e abbiamo colto l’opportunità, ma non ci aspettavamo così presto una tale partecipazione, sia dalle altre associazioni che dai giocatori!

Gli obiettivi in comune tra Comicon e Aurea Nox sono da sempre: divertimento, gioco e attenzione verso i giocatori. Spinti dagli stessi obiettivi, abbiamo deciso di unire forze e risorse per creare qualcosa di unico e che in qualche modo potesse allietare questo periodo.

A proposito di risorse, un evento di grande portata come Italia in Gioco richiede anche una grande organizzazione, ancora di più se gestito tutto a distanza. Come è stato il confronto e il lavoro con le altre associazioni ludiche italiane?

Siamo rimasti colpiti dalla disponibilità delle altre associazioni a livello nazionale, sono stati tutti impeccabili e collaborativi. Sono state fatte parecchie riunioni su Discord per ottimizzare i preparativi e concordare vari aggiustamenti per la suddivisione dei ruoli nell’evento. Il successo di quest’ultimo è la prova che tutti hanno fatto la loro parte.

Tra tutte le persone che hanno lavorato a questo progetto, volete ringraziare qualcuno in particolare?

Un grazie da tutti va in particolare a Daniele Di Stefano, che ha fatto una grossa parte del lavoro organizzativo anche spendendo notti insonni, e a Fabiano Romano, il quale ha creato tutte le stanze su Roll20 per l’evento, in modo che ogni master partecipante avesse la sua. Un grazie va anche a Marco Lauricella, membro del consiglio direttivo di Aurea Nox che ha supportato molto il progetto. Un grazie al reparto traduzione coordinato da Kimberly Caziero e Leandro Gozzo. Infine, un ringraziamento a tutti i partecipanti che hanno reso l’evento possibile, a tutti i nostri sponsor e alle realtà che ci hanno supportato, come: Gilda Picena, Masters Inc. , Gli Argonauti Campobasso, L’antro del Beholder, Roma Roleplay, Convivio Ludico, Adventurers League Udine.

Alla luce del successo di Italia in Gioco, avete in programma altre sessioni di questo genere?

I mesi di giugno e luglio saranno protagonisti di altri eventi davvero entusiasmanti, che faranno sentire i giocatori come dei bambini dentro un Luna-Park. Rimanete collegati alle nostre pagine social per sapere cosa vi aspetta!

Non possiamo che ringraziare ancora Aurea Nox per la disponibilità e la gentilezza. In bocca al lupo per i progetti futuri!

Aurea Nox, organizzatore di Italia in Gioco

Il logo di GdR News

Segui GdR News!

Seguiteci sulla pagina Facebook di GdR News e sul nostro canale Telegram per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie relative ai giochi di ruolo!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*