Nightfell è un successo! Ne parliamo con l’autore

(Immagine: kickstarter.com)

La campagna di finanziamento di Nightfell è terminata con il mese di luglio, lasciando l’ambientazione horror-fantasy con una grande certezza: si tratta, ad oggi, del progetto italiano che ha raccolto più contributi sulla piattaforma di crowdfunding, scalzando Brancalonia dal primo posto del podio.

Un successo, quello dell’autore Angelo Peluso e condiviso con Mana Project Studio, merito di quasi 3300 sostenitori che hanno contribuito alla raccolta di 242.703 €, quasi il 2500% dell’obiettivo iniziale di 10 mila euro.

Inutile dire che tutti gli stretch goals della campagna sono stati raggiunti, sbloccando ricompense aggiuntive quali nuove creature, razze e classi giocabili, oltre ad avventure per Nightfell, all’atteso schermo del DM, al set di dadi con le fasi lunari, alle carte dei tarocchi e molto altro ancora.

Nightfell è il progetto italiano con più successo su Kickstarter! Ne parliamo con Angelo Peluso

Ciao Angelo, ci ritroviamo a più di un mese di distanza e dopo una campagna Kickstarter andata a gonfie vele! Nighfell, infatti, è diventato il progetto italiano che ha raccolto più fondi sulla piattaforma di crowdfunding. Ti aspettavi un successo del genere?

Ciao ragazzi! Devo essere sincero, non avevo un pronostico sull’esito della campagna. Ho lavorato molto a Nightfell, per predisporre il materiale da presentare, per raggiungere più persone possibili attraverso la comunicazione e per creare una rete di professionisti che aderisse al progetto. Dall’interno, però, non avevo una reale percezione di quale fosse l’hype che si era venuto a creare e sono rimasto colpito sin dai primi due giorni, quando abbiamo sbloccato lo stretch goal collegato a Rob Schwalb. L’unica cosa che mi aspettavo e a cui puntavo, francamente, era la risposta dall’estero (soprattutto dal nord America).

Quale pensi che sia il vero cavalo di battaglia di Nightfell, che ha fatto aderire tanti giocatori al progetto?

Sostengo che possano essere svariati, tra i quali di sicuro la qualità tecnica del prodotto. Io e i miei collaboratori abbiamo dato il meglio possibile e credevamo tanto in quello che facevamo. Io per primo rimanevo piacevolmente colpito dagli sviluppi tecnici e da come stesse crescendo il mio progetto. Complice a tutto ciò (alla presentazione del prodotto), sicuramente partecipa l’ambientazione che traccia un ponte tra il classico e l’originale. Nightfell attinge a piene mani dalla mia personale cultura del dark e dell’horror, abbracciando un bacino d’utenza che (a quanto pare) risulta molto interessato a questo genere ed è in cerca da tempo di un valido esponente, soprattutto per via delle piacevoli novità e varianti inserite, come la valenza della simbologia della luna.

In qualità di autore, come hai vissuto la campagna di finanziamento? Ti ha impegnato in prima persona oppure se ne è occupata principalmente Mana Project Studio?

Io e Michele (Paroli, ndr) di Mana Project Studio eravamo in trincea assieme, quotidianamente. Ho vissuto tutto questo in prima persona, essendone responsabile ed essendone coinvolto come produttore e autore. Assieme abbiamo passato un mese lunghissimo, valutando quotidianamente gli andamenti, rispondendo al pubblico, sostenendoci e dandoci forza. Lui era già più navigato, ma per me era il primo rodeo. Ammetto che è stata un’esperienza emotivamente molto forte sia in senso negativo che positivo. Ne è valsa la pena farci le nottate, ecco.

Tutti gli Stretch Goals sbloccati vuol dire nuovi contenuti per Nightfell. Tra le razze e le creature aggiuntive, c’è qualcosa in particolare di cui vai più fiero? Qualcos’altro che avresti voluto aggiungere?

Sono sicuramente fiero di tutto ciò che siamo riusciti a sbloccare e sono stupito di quanti contenuti siamo riusciti a portare alla nostra produzione, come aggiunte al prodotto. Sono estremamente fiero di avere un autore come Schwalb a lavorare per il mio progetto, essendo uno degli autori di 5e ufficiale. Quando glielo mostrai, l’anno scorso, si mostrò subito galvanizzato e mi diede il pieno sostegno e la sua partecipazione. Sono altresì molto contento della classe dei Vampiri, a cui tenevo molto o di altre chicche come i tarocchi, i dadi e la colonna sonora originale. In ogni caso, ogni singolo stretch goal è stato una dolce conquista e la partecipazione di altri autori mi ha lusingato moltissimo.

Parlando di Stretch Goals, tra questi c’è anche l’avventura scritta da Robert J Schwalb: ci racconti come è nata la collaborazione con questo grande autore?

Neanche a farlo a posta, sembra una domanda nata dalla mia precedente risposta! Io ho sempre seguito il suo lavoro da fan. Ho moltissime sue opere e sin da ragazzo giocavo con materiale fatto da lui. L’anno scorso ho collaborato come illustratore a Shadow of the Demon Lord, apprezzandone in prima persona la professionalità e la disponibilità. Sospettavo che Nightfell fosse un tipo di progetto che potesse rientrare fra i suoi gusti e decisi di proporgli una collaborazione. Fu un SI secco.

Lo staff degli artisti, poi, si amplia con Bastien Lecouffe Deharme. È sua la copertina di Kult: Divinity Lost, inoltre ha collaborato anche con Magic: the Gathering e molti altri prodotti. Quale sarà il peso di questo illustratore nel progetto Nightfell?

Questo è ancora in fase di NDA quindi non mi espongo, ma sicuramente stiamo trovando il modo di fargli “impreziosire” i manuali col suo talento ineccepibile.

Il prossimo passo sono i Late Pledge: possiamo aspettarci qualche sorpresa?

Chissà! Io e Mana Project Studio stiamo partendo in questi giorni con l’impostazione di questi ultimi e soprattutto della schedule per l’intera produzione del gioco, che sarà serratissima. Aprire dei preorders e dei Late Pledge sarà una ulteriore motivazione a far bene il nostro lavoro per onorare quanti vogliono sostenere questo prodotto!

Seguivamo Nightfell da tempo ed è bello vedere un progetto che riesce a raggiungere il successo. Grazie Angelo come sempre per la disponibilità e buon lavoro!

Grazie a voi ragazzi per l’interesse, per il tempo dedicatomi e per la passione! A presto!

Non ci resta che aspettare la data di rilascio, fissata per novembre 2021. Nel frattempo, potete già provare il quickstart di Nightfell, in download gratuito e con un’avventura introduttiva.

Immagine di Nightfell

Il logo di GdR News

Segui GdR News!

Seguiteci sulla pagina Facebook di GdR News e sul nostro canale Telegram per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie relative ai giochi di ruolo!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*