D&D e Diversità: il nuovo disclaimer di WotC

D&D e Diversità: il nuovo disclaimer di WotC
(Immagine: @dungeonsanddragons)

La discussione sul tema della diversità non si ferma, tanto che Wizards of the Coast ha deciso di inserire un apposito disclaimer all’interno della descrizione dei volumi più datati, in vendita sugli store online partner.

La nota, che abbiamo tradotto in italiano, mette in luce la consapevolezza della casa editrice della presenza di stereotipi discriminati all’interno del materiale proposto.

Il disclaimer di WotC

Riconosciamo che alcuni dei contenuti “legacy” disponibili su questo sito non riflettono i valori moderni del franchise di Dungeon & Dragons. Alcuni contenuti meno recenti possono riflettere pregiudizi etnici, razziali e di genere che erano luoghi comuni nella società americana di quel periodo. Queste descrizioni erano sbagliate allora e sono sbagliate oggi. Questo contenuto viene presentato come è stato creato originariamente perché facendo diversamente sarebbe come ammettere che questi pregiudizi non siano mai esistiti. Dungeons & Dragons insegna che la diversità è una forza e noi ci impegniamo per rendere i nostri prodotti di D&D il più accoglienti e inclusivi possibile. Questo lato del nostro lavoro non finirà mai.

Disclaimer sui contenuti D&D su dmsguild.com

La nota ufficiale di WotC

In seguito alla pubblicazione del disclaimer riportato sopra, ma con un po’ di ritardo, WotC ha pubblicato una nota ufficiale con cui spiega il motivo per cui è stata presa tale decisione.

Un disclaimer è stato aggiunto a diversi titoli “legacy” sugli store dei nostri partner distributori. Vorremmo parlare del motivo per cui abbiamo aggiunto quella nota, cosa significa e degli altri gli passaggi che stiamo intraprendendo per affrontare l’eredità di pregiudizi etnici, razziali e di genere in alcuni prodotti datati.

Questo è un primo passo e non fatto nel vuoto. Non è abbastanza per riconsiderare noi stessi. Come riportate nella nostra dichiarazione ufficiale, stiamo mettendo in atto un processo di revisione dei nostri contenuti e assumendo consulenti esterni per correggere insieme.

Questi processi impiegheranno tempo essere implementati e continueremo a fornirvi aggiornamenti. Sfortunatamente, il nostro disclaimer è stato aggiunto prima che fossimo pronti per comunicare i passaggi che vogliamo intraprendere. Ci scusiamo per non essere riusciti a gestire la situazione con la delicatezza che merita.

Infine, vogliamo rendere chiaro che condanniamo le molestie o le prepotenze di coloro che sollevano preoccupazioni riguardo il nostro materiale, passato o presente. D&D vuole essere uno spazio aperto, accogliente e inclusivo. Coloro che non riflettono questi valori non sono benvenuti nella nostra community.

Semplicemente, abbiamo sbagliato e ci dispiace. Wizards of the Coast è costantemente al lavoro per migliorare e abbiamo un sacco di lavoro da fare, soprattutto per riparare la fiducia della nostra community. Grazie per continuare a farvi sentire, in modo che noi possiamo continuare a realizzare cambiamenti significativi.

Nota ufficiale di Dungeons & Dragons

Si tratta, quindi, solo di un inizio. WotC era stata molto categorica all’interno della dichiarazione sulla diversità pubblicata a giugno, ponendo le basi per quello che sarà un meticoloso lavoro di revisione che correggerà i contenuti discriminatori pubblicati nei nuovi manuali, i cui risultati saranno visibili nelle prossime ristampe.

Questo non accadrà per i prodotti delle edizioni precedenti alla 5e. Infatti, come viene specificato nel disclaimer, andare a correggere questi contenuti, anche se scorretti dal punto di vista discriminatorio, finirebbe per nasconderli e fare come se non fossero mai esistiti. Non è quello che WotC vuole, invece la casa editrice ammette esplicitamente i propri errori e le colpe del passato, quindi è già all’opera per il futuro, sempre in dialogo con i giocatori e la community di Dungeons & Dragons.

WotC pubblica un disclaimer per i contenuti legacy

Il logo di GdR News

Segui GdR News!

Seguiteci sulla pagina Facebook di GdR News e sul nostro canale Telegram per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie relative ai giochi di ruolo!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*