D&D – Il Druido e il Circolo delle Stelle (UA)

D&D - Il Druido e il Circolo delle Stelle (UA), nella Foresta Velata

Nuovo articolo di Unearthed Arcana e nuovo materiale playtest. Dopo aver tradotto le precedenti opzioni di classe per Bardo, Chierico e Stregone, questa volta la prima novità è il Druido del Circolo delle Stelle.

Circolo delle Stelle

Un’antica discendenza, il Circolo delle Stelle permette ai druidi di attingere al potere della luce stellare. Questi druidi hanno tracciato i movimenti celesti da tempo immemore, scoprendo segreti nascosti tra le costellazioni. Svelando e comprendendo questi segreti, il Circolo delle Stelle cerca di imbrigliare il potere del cosmo. Molti druidi di questo circolo mantengono note dettagliate delle stelle e dei loro effetti sul mondo. Alcuni gruppi documentano queste osservazioni presso siti megalitici, che servono da enigmatiche biblioteche di conoscenza. Questi depositi possono assumere la forma di cerchi di pietra, piramidi, incisioni rupestri e templi sotterranei – ogni costruzione abbastanza durevole per proteggere la sacra conoscenza del circolo anche da un grande cataclisma.

Mappa Stellare

Al 2° livello, il druido del Circolo delle Stelle crea una mappa stellare come parte dei suoi studi sui corpi celesti. La mappa è un oggetto minuscolo e può fungere da focus da incantatore per gli incantesimi da druido. Il druido decide la forma che assume l’oggetto, oppure può determinarla lanciando sulla tabella “Mappa Stellare”.

Mappa Stellare
d6Forma della Mappa
1Una pergamena di legno vivente che si allinea con i corpi celesti
2Una tavoletta di pietra con sottili sochi forati
3Un riparo di Orsogufo maculato, attrezzato con segni in rilievo
4Una collezione di mappe rilegate in una copertina di ebano
5Un cristallo che proietta schemi stellari quando è esposto alla luce
6Dischi di vetro temperato che si alleneano per rappresentare costellazioni

Se perde la mappa, il druido del Circolo delle Stelle può celebrare una cerimonia di 1 ora per creare magicamente un sostituto. Questa cerimonia può essere celebrata durante un riposo breve o lungo e distrugge la mappa precedente. Il druido può lanciare gli incantesimi Dardo Tracciante e Presagio senza spendere slot incantesimo e senza preparare gli incantesimi, a condizione che utilizzi la mappa stellare come focus da incantatore. Il druido può lanciare un incantesimo dalla mappa in questo modo un numero di volte pari al suo modificatore di Saggezza (minimo 1) e riottiene gli utilizzi spesi quando termina un riposo lungo.

Forma Stellare

Al 2° livello, il druido del Circolo delle Stelle ottiene l’abilità di controllare il potere delle costellazioni per alterare la propria forma. Con un’azione, il druido può spendere un utilizzo della capacità Forma Selvaggia per assumere una forma stellare invece di trasformarsi in una bestia. Mentre è nella forma stellare, il druido mantiene le statistiche di gioco, ma il suo corpo assume una luminosa qualità simile a una stella; le sue articolazioni luccicano come stelle e linee brillanti le connettono come su una carta stellare. Questa forma diffonde luce in un raggio di 3 metri e luce fioca per altri 3 metri. La forma rimane per 10 minuti o finché il druido non è incapacitato. Ogni volta che il druido assume la sua forma stellare, sceglie quale delle seguenti costellazioni splende sul suo corpo; La scelta fornisce al druido alcuni benefici mentre è in questa forma:

  • Calice. La costellazione di un calice rigenerante appare sul druido. Quando il druido lancia un incantesimo utilizzando uno slot incantesimo che ripristina punti ferita a una creatura, il druido o un’altra creatura entro 9 metri da lui può recuperare un totale di punti ferita pari a 1d8 + metà del livello in questa classe.
  • Arciere. La costellazione di un arciere appare sul druido. Il druido ottiene un’azione bonus che può utilizzare per compiere un attacco con incantesimo a distanza, lanciando una freccia luminosa che bersaglia una creatura che il druido è in grado di vedere entro 18 metri. Se colpisce, l’attacco infligge danni radiosi pari a 1d8 + il modificatore Saggezza del druido.
  • Drago. La costellazione di un saggio e antico drago appare sul druido. Quando il druido effettua una prova di Intelligenza o Saggezza, o un tiro salvezza su Costituzione per mantenere la concentrazione su un incantesimo, può trattare un tiro di 9 o inferiore del d20 come fosse un 10.

Presagio Cosmico

Al 6° livello, il druido del Circolo delle Stelle impara a utilizzare la sua mappa stellare per predire la volontà del cosmo. Ogni volta che termina un riposo lungo, il druido può consultare la sua mappa stellare per i presagi. Quando lo fa, lancia un d6. Il druido ottiene uno dei seguenti possibili presagi, che dipendono dal fatto che il risultato del d6 sia un numero pari o dispari:

  • Ventura (pari). Ogni volta che una creatura entro 9 metri dal druido e che può vedere effettua un tiro per colpire, un tiro salvezza o una prova di abilità, il druido può utilizzare una reazione per tirare un d6 e aggiungere il risultato al totale.
  • Sventura (dispari). Ogni volta che una creatura entro 9 metri dal druido e che può vedere effettua un tiro per colpire, un tiro salvezza o una prova di abilità, il druido può utilizzare una reazione per tirare un d6 e sottrarre il risultato al totale.

Il druido del Circolo delle Stelle può utilizzare questa reazione un numero di volte pari al suo modificatore di Saggezza e recupera gli utilizzi spesi quando termina un riposo lungo.

Pieno di Stelle

Al 10° livello, finché la capacità Forma Stellare è attiva, il druido del Circolo delle Stelle diventa parzialmente incorporeo, ottenendo resistenza ai danni contundenti, perforanti e taglienti.

Bagliore Stellare

Al 14° livello, la connessione con il cosmo permette al druido del Circolo delle Stelle di evocare una brillante luce stellare. Con un’azione, il druido evoca un’esplosione di luce in una sfera di raggio di 9 metri centrata in un punto che il druido può vedere entro 36 metri da lui. Il druido può immediatamente teletrasportare ogni creatura consenziente nella sfera in uno spazio non occupato entro 9 metri da essa. Ogni creatura che rimane nella sfera deve superare un tiro salvezza su Costituzione contro la CD del tiro salvezza dell’incantesimo del druido o subire 4d10 danni radiosi ed essere accecato fino alla fine del prossimo turno del druido. Una volta che il druido ha utilizzato questa azione, non può usarla di nuovo finché non termina un riposo lungo o finché non spende uno slot incantesimo di 5° livello o superiore per utilizzare nuovamente questa capacità.

[Traduzione del materiale di Unearthed Arcana a cura di Jacopo Michele Bellomi, riproduzione consentita con citazione e riferimento a GdR News.]
D&D - Il Druido e il Circolo delle Stelle (UA)

Il logo di GdR News

Segui GdR News!

Seguiteci sulla pagina Facebook di GdR News e sul nostro canale Telegram per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie relative ai giochi di ruolo!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*